Tu sei qui : Homepage > Carta dei Servizi > Varie

Carta dei Servizi
Ulss 20 Verona Regione Veneto

Consigli ed indicazioni per il ricovero

Come preparare il soggiorno in Ospedale

  • La tessera sanitaria, che è il documento attestante il dirittto all'assistenza sanitaria ed è rilasciata dall'Ulss competente;
  • un documento di riconoscimento;
  • l'eventuale scheda sanitaria compilata dal medico curante con la motivazione del ricovero e la descrizione sintetica di eventuali malattie pregresse e terapie in atto.

Sicuramente è molto utile portare con sè eventuali cartelle cliniche di ricoveri precedenti, tutti gli esami medici e gli accertamenti diagnostici già eseguiti e, se è già stato determinato, il gruppo sanguigno.

Poiché è importante comunicare ai medici notizie relative ai farmaci che si prendono abitualmente è da tener nota del loro nome, anche se si tratta di lassativi, antidolorifici o sciroppi.

Gli oggetti personali

Nel reparto di degenza sarà assegnato un armadietto e un comodino per riporre il vestiario e gli oggetti personali. Poiché le dimensioni di questi arredi sono limitate, il bagaglio va contenuto nell'indispensabile.

Durante il soggiorno si potrà usare la biancheria personale (pigiama, camicia da notte, vestaglia, pantofole). è opportuno premunirsi inoltre del necessario per la toeletta personale.

Cosa non portare

Bevande alcoliche: poiché possono interferire con le cure.

Medicine: sarà infatti il medico curante che deciderà in merito e l'Ospedale a fornirle nell´ambito del prontuario ospedaliero.

Denaro e oggetti preziosi: durante la degenza non si avrà bisogno di molto denaro, ma solo di quei pochi soldi che consentono di telefonare, acquistare i giornali, acqua, ecc.

Si raccomanda espressamente di non lasciare alcun oggetto di valore ai bambini ricoverati

Per gli stranieri

Ricordarsi di portareun documento di identità (per gli stranieri extra comunitari ènecessario il passaporto o altro documento equivalente).

L'arrivo nel reparto di degenza

L'arrivo in reparto il paziente sarà accolto dal caposala oppure dall'infermiereprofessionale di turno ed accompagnato alla sua camera di degenza.

Personale che si cura della salute dei degenti

Il personale dipendente è tenuto a portare, oltre che la propria divisa, anche un cartellino che ne identifica il nome e la qualifica; in mancanza, se richiesto, è tenuto a qualificarsi.

Le figure professionali che compongono l'equipe sono:

Primario

Responsabile del reparto, ne dirige l'attività e ne supervisiona l'organizzazione, visita i malati con gli Aiuti Assistenti, pratica interventi di diagnosi e cura.

Aiuti ed Assistenti

Incaricati della cura, delle visite, della prescrizione di esami, di terapie e della pratica di interventi terapeutici necessari.

Il paziente sarà informato dai Medici (Primario, Aiuti, Assistenti) sull'andamento della sua salute o potrà far chiedere informazioni da persona di sua fiducia nonché dal suo medico di base che può aver accesso anche alla documentazione clinica.

Caposala

Responsabile del personale infermieristico e ausiliario e dell'organizzazione dell'attività non medica del reparto.

Infermieri Professionali e Generici

Personale addetto all'assistenza che segue alcune terapie su prescrizione del medico; cura l'igiene personale e il comfort dei pazienti.

Altre figure professionali

In Ospedale lavora anche altro personale addetto ai servizi di assistenza:

Ostetriche

Operatrici sanitarie specificatamente preparate per assistere le donne in gravidanza, durante il parto ed il puerperio.

Fisioterapisti

Eseguono le terapie fisiche riabilitative prescritte dal medico.

Tecnici di Laboratorio e di Radiologia

Operatori specializzati che collaborano con il medico nell´esecuzione di esami diagnostici.

Dietiste

predispongono le diete particolari prescritte dal medico e controllano l´igiene degli alimenti.

Norme civiche di convivenza

Le esigenze deldegente sono considerate prioritarie rispetto a quelle della strutturae degli operatori; è necessario comunque da parte sua rispettare laprofessionalità degli operatori e i diritti degli altri ospiti.

L'Ospedaleè luogo di cura e di riposo e quindi ogni atteggiamento deveconciliarsi con queste esigenze.Gli ospiti devono accettare alcuneregole che sono necessarie all'ordinato svolgimento dei servizi di cura.

Devono essere rispettati gli orari del reparto e le limitazioni di accesso indicate del personale addetto. In reparto non si fuma se non in appositi spazi riservati ai fumatori, ove esistano. Tale divieto è esteso anche ai visitatori in ospedale.

Visite Mediche

Le visite mediche si svolgono in orari di solito abituali e prefissati per ogni reparto.
Si potranno chiedere informazioni precise al caposala.

In questi orari il paziente è pregato di rimanere nella stanza; gli eventuali visitatori devono allontanarsi temporaneamente dalle camere di degenza.

Le indagini diagnostiche e le cure

Gli esami e le cure ai quali il degente deve sottoporsi vengono chiesti dal medico del reparto al quale è affidato.

Il paziente ha diritto ad essere informato sugli esami diagnostici, le terapie e gli interventi che sono considerati appropriati al suo caso.
Qualora rifiuti il consenso ad un intervento o trattamento sanitario ritenuto  indispensabile è tenuto, a richiesta del medico, a rilasciare a quest'ultimo una dichiarazione liberatoria.

Ha inoltre il diritto di non essere sottoposto ad accertamenti non indispensabili.
Nei casi in cui il medico debba procedere d'urgenza, tenterà comunque di informare il paziente; solo in caso di incoscienza, la legge prevede che il medico debba agire, nell'interesse del malato, anche senza consenso.

Informazioni Mediche

Per ottenere leinformazioni, inerenti alla malattia e alle cure in corso, potrà essereconsultato il caposala che fornirà ai pazienti il calendario degliorari di disponibilità dei medici che seguono il loro caso.

Dismissione

Al momento delladimissione viene rilasciata una documentazione da consegnare al piùpresto al medico di famiglia perché contiene informazioni sulleindagini diagnostiche effettuate e sulla terapia in corso edeventualmente da continuare a domicilio.
Il ritorno a casa è previsto con mezzi propri.

Soloeccezionalmente, su motivata richiesta del medico curante di reparto eper particolari casi sociali, è possibile il rientro a domicilio conl'ambulanza con onere a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Ritirare, prima della dimissione, la documentazione clinica consegnata all'atto del ricovero. Chi,nonostante il parere contrario dei medici curanti, chiede di esseredimesso, deve firmare una dichiarazione che solleva l'ospedale da ogniresponsabilità.

Rilascio di copia della cartella clinica

Alla dimissione osuccessivamente si può richiedere, previo pagamento, fotocopia dellacartella clinica per motivi sanitari, medico legali, assicurativi.

Perrichiederla è necessario rivolgersi all'Ufficio Accettazione o inDirezione Sanitaria e può essere successivamente spedita contrassegnoal domicilio del richiedente con spesa a carico del destinatario.

La cartella clinica è un documento personale riservato, pertanto può essere  consegnata esclusivamente:

  • al paziente titolare;
  • al tutore, curatore o esercente la patria potestà qualora il paziente sia interdetto, inabilitato o minore di età;
  • al legale che dichiari di agire in nome e per conto del paziente;
  • alla persona che disponga di apposito mandato scritto da parte del paziente con firma autenticata di quest'ultimo;
  • all'erede o ciascuno dei coeredi previa esibizione idoneadocumentazione in proposito (autocertificazione con firma autenticata oatto notorio);
  • all'I.N.A.I.L. per un suo assicurato, nonché ai superstiti di quest'ultimo, ai sensi dell'art. 9a del P.P.R. 30.6.1965 n.1124;
  • all'istituto assicuratore o all´ente assistenziale su cui grava l'onere della ospedalità.

In ogni altro caso non previsto deciderà il Direttore Sanitario sentito l'Ufficio Legale interno.
Per ottenere il rilascio della documentazione clinica l'avente diritto deve essere munito di documento di riconoscimento.
Queste limitazioni sono necessarie per garantire la riservatezza della documentazione clinica.

Per il rilascio di altra documentazione clinica rivolgersi sempre all'Ufficio Accettazione o alla Direzione Sanitaria.

Norme Antinfortunistiche e Antincendio

Il personale dell'Ospedale interverrà per controllare gli incendi e tutelare la sicurezza dei degenti.

Perfacilitarne il compito consigliamo, in caso di necessità, di rispettarele seguenti norme di comportamento, avendo ben presente che, in ognicaso, le porte taglia fuoco devono essere ben chiuse dopo il passaggio.

In caso di incendio in reparto

  • Informare immediatamente il personale di servizio e attendere, se possibile, le disposizioni dello stesso;
  • se l'incendio è nella camera di degenza cercare di allontanarsi e,se possibile, chiudere bene la porta per rallentarela propagazionedell'incendio ed il diffondersi di fumi ed esalazioni tossiche;
  • se il locale è invaso dal fumo stendersi, se possibile, a terra e raggiungere la porta proteggendo bocca e naso.

Se viene disposta l'evaquazione

  • evitare di gridare, di spingere e di allontanarsi correndo;
  • eseguire le indicaizoni del personale e soprettutto non utilizzare gli ascensori.

Servizi Vari

  • Bar
  • Telefono
  • Radio e Televisione
  • Servizio Religioso