Tu sei qui : Homepage > Area Sanitaria

Area Sanitaria
Ulss 20 Verona Regione Veneto

Piazzale Stefani n.1
37126 Verona
Tel: 045 812 2715- Fax: 045 812 3299
Resp: Dott. Giuseppe Imperadore



Il 2° Servizio Psichiatrico è responsabile dell'assistenza psichiatrica per la popolazione residente nell'area dei seguenti Distretti Sanitari dell'ULSS 20:
  • Distretto n. 1 : zone di Città antica, Cittadella, S.Zeno, S.Bernardino, Veronetta.
  • Distretto n. 3 : zone di Marzana, Montorio, Quinto, S.Maria in Stelle, Borgo Trieste, S.Felice Extra, Borgo Venezia, S.Michele Extra, Porto S.Pancrazio e i comuni di Lavagno e S.Martino Buon Albergo

    Ciascuna area territoriale fa riferimento ad un' équipe terapeutica, costituita da figure professionali diverse che garantiscono la continuità del percorso clinico assistenziale.
    L'Assistenza Psichiatrica del Servizio si esplica con interventi a carattere clinico-terapeutico, riabilitativo e socio-assistenziale, anche a lungo termine, ed è graduata secondo i bisogni dell'utente.

    OBIETTIVI

    Obiettivo principale del Servizio è fornire un'assistenza psichiatrica integrata (prevenzione, terapia e riabilitazione) ai residenti nel territorio di competenza, garantendo risposte adeguate, in collaborazione con familiari ed operatori delle strutture sociali e sanitarie pubbliche e private.

    ATTIVITA'

    Il raggiungimento di tali obiettivi avviene attraverso la presa in carico del paziente, dopo il primo contatto con il Servizio, da parte di una équipe pluriprofessionale che garantisce l'integrazione di interventi diversificati effettuati in ambiti diversi (ricoveri, visite domiciliari, visite ambulatoriali, appoggi al Centro di Salute Mentale, inserimenti in comunità, etc.) e che svolge la propria attività in ambito territoriale (domicilio, CSM, Ambulatori territoriali e di consultazione, Comunità) e ospedaliero (Ambulatori, Day Hospital, SPDC).
    Ogni equipe è formata da: medici psichiatri, psicologi, assistenti sociali, assistenti sanitari, educatori, infermieri ed operatori di assistenza. Ogni programma terapeutico-riabilitativo comprende interventi di vario tipo definiti e gestiti con il contributo di tali figure professionali.

    INTERVENTI

    Interventi sanitari
    comprendono visite specialistiche per formulare una diagnosi e instaurare una terapia, visite ambulatoriali, consulenze ai Medici di Medicina Generale, consulenze al Pronto Soccorso o ad altri Reparti di degenza ospedaliera, visite domiciliari, visite presso le Residenze Assistite, ricoveri in Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura o Day Hospital, assistenza infermieristica.

    Interventi socio-sanitari
    Le Assistenti Sociali e le Assistenti Sanitarie svolgono:

  • Attività di segretariato sociale: informazioni e orientamento sull'accesso ai servizi socio-sanitari rivolta a pazienti e loro familiari.
  • Lavoro integrato all'interno dell'equipe per la definizione di programmi di riabilitazione, reinserimento sociale e lavorativo e di prevenzione del disagio. Collaborazione con altri professionisti di Enti ed agenzie presenti sul territorio per la promozione, il reperimento e l'attivazione di risorse istituzionali e informali che concorrono alla realizzazione dei progetti socio-riabilitativi. Attraverso il lavoro di rete si erogano:
    - Servizio di assistenza educativa/domiciliare/territoriale: si attua nei confronti di pazienti che necessitano di essere supportati e monitorati nello svolgimento delle attività quotidiane, con programmi terapeutico-riabilitativi individualizzati finalizzati al mantenimento o al raggiungimento di migliori livelli di autonomia e qualità di vita, con la collaborazione di operatori di assistenza del privato sociale. L'impegno orario dell'operatore e le attività svolte variano in base agli obiettivi del progetto. Tali interventi sono supervisionati e periodicamente verificati da parte dell'equipe curante.
    - Inserimenti diurni: si realizzano all'interno di centri educativi diurni occupazionali del privato sociale convenzionato, generalmente dal lunedì al venerdì, in orario diurno. Il paziente ha modo di sperimentare e potenziare le proprie capacità relazionali e pratiche in contesti protetti e di gruppo, con la supervisione di operatori di assistenza ed educatori professionali. Il progetto è attivato e periodicamente verificato dall'equipe curante.
    - Inserimenti residenziali riabilitavi: si attuano a favore di pazienti con limitati livelli di autonomia e che necessitano di interventi terapeutico-riabilitativi ad alta intensità. Si realizzano all'interno di strutture residenziali di diversa tipologia (alcune gestite direttamente dal SPT, altre dal privato sociale convenzionato con l'Azienda-Ulss 20).
    - Inserimenti lavorativi: l'Assistente Sociale e Sanitaria collabora con il SIL, con l'Ufficio per l'Impiego e altre agenzie presenti sul territorio per la realizzazione di progetti di inserimento lavorativo.
    - Collaborazione con altri servizi specialistici: si realizzano progetti terapeutico riabilitavi in collaborazione con altri servizi dell'Azienda Ulss 20 per pazienti che presentino situazioni multiproblematiche in base ai protocolli di intesa realizzati tra servizi specialistici diversi, come da indicazioni della Regione Veneto.
    La valutazione dei casi multiproblematici (patologia psichiatrica associata ad altre problematiche quali tossicodipendenza, o alcolismo, o handicap) avviene in sede distrettuale attraverso la convocazione dell'Unità di Valutazione Multi-Dimensionale (UVMD: è composta da un pool di operatori di diverse professionalità che congiuntamente valutano i singoli casi ritenuti particolarmente complessi per la presenza di problematiche diverse, per giungere alla stesura di un progetto terapeutico condiviso e coordinato).

    Le Assistenti Sociali e Sanitarie operano presso gli ambulatori del Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura e presso il Centro di Salute Mentale.
    Recapiti telefonici elencati nelle sedi delle strutture

    Interventi riabilitativi
    Attività finalizzate alla riabilitazione si svolgono prevalentemente presso il Centro di Salute Mentale, le comunità residenziali o a domicilio del paziente. Includono interventi mirati al recupero o all'acquisizione di migliori livelli di autonomia e vanno dal semplice supporto nella gestione della attività domestiche o della cura della persona, fino a corsi organizzati di alfabetizzazione, psicomotricità, teatro, gruppi pittura, gruppi giornale, etc.

    Interventi psicoeducazionali
    Tali interventi sono finalizzati al miglioramento delle capacità relazionali, soprattutto a sostegno dell'autonomia familiare.
    Si rivolgono ai familiari degli utenti del Servizio e comportano incontri di gruppo per fornire ascolto, supporto e informazioni.

    STRUTTURE DEL SERVIZIO PSICHIATRICO 2

    AREA OSPEDALIERA | AREA TERRITORIALE

    COME RIVOLGERSI AL SECONDO SERVIZIO PSICHIATRICO?

    L'interessato (utente, familiare, medico di medicina generale, istituzioni…) può telefonare o rivolgersi direttamente presso:

    il Centro di Salute Mentale (si veda paragrafo "Centro di Salute Mentale"), per la prenotazione tramite Cupla segreteria del Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura dell'Ospedale Civile Maggiore
    Al momento della visita è consigliabile portare l'impegnativa del proprio medico ed eventuale documentazione clinica.