Aggregazione Funzionale Territoriale Medici Pediatri per Distretti

Aggregazioni Funzionali Territoriali



La Regione Veneto  con DGR n. 1666 del 18.10.2011 ha fornito le linee di indirizzo e operative per l’attuazione della DGR n. 41 del 18.1.2011 ai fini della realizzazione del nuovo piano delle Cure Primarie prevedendo la costituzione delle Aggregazioni Funzionali Territoriali (AFT), intese come modelli organizzativi per la realizzazione delle condizioni per l’integrazione professionale delle attività dei medici e per il conseguimento degli obiettivi di assistenza.
Gli obiettivi delineati dalle linee di indirizzo regionali sono:
  • Promuovere l’equità nell’accesso ai servizi sanitari, socio-sanitari e sociali nel rispetto dei livelli essenziali di assistenza, anche attraverso l’individuazione di percorsi di  integrazione tra assistenza primaria e continuità assistenziale.

  • Promuovere la diffusione e l’applicazione delle buone pratiche cliniche sulla base dei principi della “evidence based medicine”, nell’ottica più ampia della “clinical governance”.

  • Promuovere e diffondere l’appropriatezza clinica e organizzativa nell’uso dei servizi sanitari, anche attraverso procedure sistematiche ed autogestite di “peer review”.

  • Promuovere modelli di comportamento nelle funzioni di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione ed assistenza orientati a valorizzare la qualità degli interventi e al miglior uso possibile delle risorse, pubbliche e private, quale emerge dall’applicazione congiunta dei principi di efficienza e di efficacia.

  • Avvalersi, nelle proprie attività, del Distretto di riferimento, come erogatore di servizi e funzioni utili al raggiungimento degli obiettivi assistenziali e condividere i relativi indicatori.

  • Partecipare a programmi di aggiornamento/formazione e a progetti di ricerca concordati con il Distretto e coerenti con la programmazione regionale e aziendale.

All’interno della AFT il  singolo Medico collaborerà con i colleghi Medici di Famiglia  associandosi in Medicina di Rete nelle quali vi sarà la condivisione degli orari degli ambulatori e dei dati dei propri assistiti,  nel rispetto della privacy, o in Medicina di Gruppo con l’utilizzazione di ambulatori nello stesso edificio  o in Medicina di Gruppo Integrata con la condivisione degli orari di ambulatorio nelle 12 ore organizzandosi in una sede unica principale e mantenendo inoltre  degli ambulatori periferici.

Distretto 1Visualizza mappa | Distretto 2 Visualizza mappa | Distretto 3 Visualizza mappa | Distretto 4 Visualizza mappa