Tu sei qui : Homepage > Comunicati

Comunicati Stampa
Ulss 20 Verona Regione Veneto

Informazione sul comunicato

RECUPERO FARMACI VALIDI NON SCADUTI. Parte in via sperimentale in 10 farmacie del territorio dell'Ulss20

Parte in 10 farmacie del territorio dell’Ulss 20, per essere poi ampliato ad altre 40 che hanno dato la loro disponibilità, il progetto “Recupero farmaci non scaduti” consegnati volontariamente dai cittadini che parteciperanno quindi in prima persona alla campagna contro lo spreco farmaceutico. L’iniziativa vede coinvolti Azienda Ulss 20, Federfarma Verona, Assofarm, Fondazione Banco Farmaceutico onlus, Associazione Farmacisti volontari in Protezione Civile di Verona, Amia e CESAIM, Centro Salute per immigrati. I cittadini potranno consegnare in farmacia medicinali con precise garanzie di integrità che verranno stoccati in appositi contenitori forniti da Federfarma Verona attraverso la copertura economica di Amia. Presso tutte le sedi delle farmacie aderenti all’iniziativa sarà visibile il logo “Recupero farmaci validi non scaduti..”.Anche la Fondazione Cattolica Assicurazione è partner attivo dell’iniziativa sanitaria. Il progetto prende il via da una legge regionale (l.r. 23/2011) fortemente sostenuta dall’allora presidente dell’Ordine dei Farmacisti Paolo Pomari. In questa prima fase sperimentale l’iniziativa si avvarrà della collaborazione dell’Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona. L’intero progetto viene seguito e sostenuto dell’Ordine dei Farmacisti di Verona con il monitoraggio di Federfarma Verona che mira ad allargare ulteriormente il numero delle farmacie coinvolte una volta che le procedure saranno a pieno regime.
COME DONARE. I cittadini che si recheranno nella farmacia aderente per effettuare la donazione, prima di immettere i medicinali nell’apposito contenitore, riceveranno la collaborazione del farmacista, il quale effettuerà le verifiche necessarie, annullerà le fustelle (laddove presenti) apponendo, su tutte le confezioni, un’etichetta/timbro riportante la dicitura “Farmaco donato. Vietata la vendita”. Successivamente il cittadino potrà inserire il farmaco nel contenitore apposito. Sarà cura dell’Ente assistenziale abbinato a quella farmacia effettuare il ritiro dei prodotti alla  presenza del farmacista.
 I FARMACI. La raccolta riguarderà esclusivamente farmaci non scaduti, con un periodo di validità residua non inferiore a 8 mesi. Tali farmaci dovranno presentare il confezionamento secondario (esterno) e primario (interno) integro, in cui siano chiaramente identificabili il nome commerciale o principio attivo, il lotto e la scadenza oltre a contenere il foglietto illustrativo. Sono esclusi i farmaci che appartengono alle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope e i farmaci da conservare a temperature controllate (catena del freddo). Sono altresì esclusi i flaconi e tubetti non sigillati. Sarà cura del farmacista verificare tutte queste condizioni
SOFTWARE Gli Enti assistenziali senza scopo di lucro dovranno utilizzare un software di gestione informatico su web fornito dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus che permette all’Ente di essere in rete informatica, in modo da memorizzare per ogni confezione presa in carico: codice AIC, data di scadenza, farmacia che ha raccolto, presenza o meno della fustella, presenza o meno sulla fustella della sigla “confezione ospedaliera” e se possibile codice tracciatura e lotto. 

Fonte: Ufficio Stampa 11 Dicembre 2015

Altri Comunicati

Per vedere tutti i comunicati dell'Ufficio Stampa dell'ULSS20 di Verona