Tu sei qui : Homepage > Comunicati

Comunicati Stampa
Ulss 20 Verona Regione Veneto

Informazione sul comunicato

Novità assoluta. I referti di radiologia scaricati via web

L’azienda Ulss 20 di Verona ha attivato un programma informatico innovativo che rende scaricabili via web ai cittadini i referti di radiologia, esattamente come si fa con i referti di laboratorio. Grazie ad una tecnologia che l’ Ulss 20 è la prima ad utilizzare a livello europeo, i referti radiologici sono dei normali documenti pdf  che contengono al loro interno anche le immagini radiologiche. I referti radiologici scaricabili dal portale dell' Ulss 20 hanno anche valenza clinica, consentono cioè al medico di famiglia e allo specialista, cui il cittadino sceglie di far valutare le immagini radiologiche che lo riguardano, di accedere in pochissimi secondi all'archivio delle immagini radiologiche dell'Ulss 20 e di effettuare anche post elaborazioni. Il progetto sarà esteso nei prossimi mesi, con le medesime modalità di fruizione e le medesime caratteristiche tecnologiche, alle altre  Ulss  della provincia di Verona, la Ulss 21 e la Ulss 22, venendo a costituire il primo esempio concreto del processo di convergenza dei servizi erogati e delle soluzioni tecnologiche utilizzati dalle  Ulss del territorio che, a partire dal prossimo anno, dovrebbero diventare la nuova Azienda socio sanitaria Scaligera. Anche i referti prodotti da altre specialità (es. cardiologia, gastroenterologia, etc.) in tempi  brevi  potranno essere parimenti scaricati.
Va ricordato come, grazie al progetto Escape della Regione Veneto, sin dal 2010 i cittadini si siano progressivamente familiarizzati con il servizio di scarico via web dei referti di laboratorio, servizio divenuto ormai il canale di gran lunga più utilizzato dai cittadini di tutte le fasce di età. Il valore aggiunto di questo tipo di servizio on line è, come noto, duplice: il cittadino può usufruire di un servizio più tempestivo e fruibile in ogni momento (e quindi compatibile con i suoi impegni quotidiani) e il Sistema Sanità nel suo complesso riduce i costi di erogazione del servizio: è stato calcolato, proprio per il Progetto Escape, che per ciascun referto scaricato via web vengono risparmiati circa 12 euro tra costi a carico del cittadino per recarsi presso la sede dell'Ulss e costi a carico dell'azienda sanitaria. Lo scarico web dei referti prodotti da altri specialisti (ad es. i radiologi) è più complesso da realizzarsi, in quanto al cittadino va consegnato non soltanto il referto testuale prodotto dallo specialista, ma anche lo studio radiologico (ovvero le immagini, statiche o in movimento) che è stato prodotto dalla diagnostica utilizzata (ad es. la risonanza magnetica).
Ad oggi, la soluzione più praticata nelle aziende sanitarie, pubbliche e private, in Italia e non solo è quella di consegnare al cittadino una cartellina di cartoncino che contiene il referto cartaceo e un DVD sul quale sono state memorizzate le immagini diagnostiche e un programma che consente di vedere sul computer le immagini stesse. Alcune aziende hanno attivato, recentemente, la possibilità dello scarico web, utilizzando soluzioni tecnologiche complicate e che non sempre funzionano correttamente. Per ovviare a questi problemi e andando oltre, sulla strada della informatizzazione in sanità tracciata dalla Regione Veneto, ora l'Ulss 20 (e domani la Scaligera) attiva una modalità tecnologica di accesso on line ai referti davvero innovativa e  che mette a disposizione dei cittadini, medici e specialisti. Una attivazione che, se consente al cittadino concreti benefici, permette un risparmio potenzialmente molto rilevante alle tre Ulss  le cui prestazioni radiologiche in un anno producono circa 290 mila referti.


LA MODALITA’ NEL DETTAGLIO

In sostanza, al cittadino viene scaricato via web un normale documento in formato pdf, ovvero il formato documentale più utilizzato al mondo (il medesimo formato dei referti di Laboratorio). All'interno di questo normale documento pdf, il cittadino trova sia il referto testuale prodotto dallo specialista sia le immagini diagnostiche, statiche o dinamiche, prodotte dall'attrezzatura diagnostica. I documenti pdf, come noto, sono leggibili su qualunque tipo di computer, e l'unico requisito necessario è che sul pc sia presente una versione recente del programma Acrobat Reader (gratuito).
Il cittadino, quindi, può scaricare il proprio referto radiologico, completo di tutte le immagini diagnostiche associate, esattamente con le medesime modalità con cui ha imparato a scaricarsi i referti di laboratorio e, successivamente, può consultare sul proprio pc referto ed immagini utilizzando il medesimo programma che usa per aprire i referti di laboratorio (e qualsiasi altro documento in formato pdf). Nel caso in cui il cittadino non disponga sul proprio pc di una versione sufficientemente recente di Acrobat Reader, può scaricarsi la versione aggiornata direttamente dal Portale dell'Ulss 20, proprio dalla pagina di scarico referti (il Portale fornisce l'informazione di quali siano le versioni da utilizzarsi). Ma, grazie all'innovativo progetto realizzato dall'Ulss 20, il  referto radiologico che il cittadino può scaricarsi consente di fornire un ulteriore servizio direttamente ai clinici, medico di famiglia e specialista cui il cittadino decide di rivolgersi per la valutazione del proprio referto. Il medico, infatti, può, dall'interno del documento pdf e in un tempo stimato mediamente intorno ai 10 secondi, accedere direttamente all'archivio delle immagini radiologiche (PACS) dell'Ulss 20 e consultare lo studio radiologico del cittadino con le medesime modalità tecniche (incluse alcune funzioni di post elaborazione) che sono a disposizione dei medici che operano all'interno delle strutture dell'Ulss. Tale accesso al PACS è stato realizzato con modalità tecnologiche di assoluta avanguardia, così da garantire la sicurezza del sistema informatico dell'Ulss 20 e, contemporaneamente, il rispetto della normativa sulla privacy, in quanto il medico può accedere esclusivamente allo studio radiologico corrispondente al referto che il cittadino ha sottoposto alla sua valutazione.

Fonte: Ufficio Stampa 15 Aprile 2016

Altri Comunicati

Per vedere tutti i comunicati dell'Ufficio Stampa dell'ULSS20 di Verona